Manifesta 12 Palermo annuncia i progetti selezionati per il programma degli Eventi Collaterali

Parallelamente al programma principale, che vedrà partecipare dal 16 giugno al 4 novembre decine di artisti nazionali e internazionali in vari luoghi delle città a Manifesta 12, biennale nomade di arte e cultura contemporanea, vi sarà infatti anche uno specifico programma di eventi paralleli realizzati in stretta collaborazione con artisti locali, musei, istituzioni e professionisti del settore culturale.

I promotori dei progetti selezionati -elencati qui di seguito- sono così distribuiti geograficamente: il 50 % proviene da Palermo, l’8% dalla Sicilia, il 21 % dall’Italia, il 18% dall’Europa e il 3 % da altri paesi.

Il Bando per gli Eventi Collaterali di Manifesta 12 – attivo dallo scorso novembre allo scorso gennaio – consisteva nell’invito rivolto ad artisti, organizzazioni e operatori culturali a presentare un progetto per il programma parallelo alla biennale, da realizzare durante il periodo della biennale stessa così da beneficiare della risonanza internazionale di Manifesta.

Gli Eventi Collaterali non fanno parte del programma principale della biennale, ma sono estensivamente associati a essa e vengono promossi attraverso i canali ufficiali digitali e analogici della biennale: il sito, la guida, i social network, l’app ufficiale di Manifesta 12 e una mappa speciale per gli eventi collaterali.

I criteri di selezione che sono stati applicati sono i seguenti:

–          Realizzazione del progetto nella città di Palermo.

–          Realizzazione del progetto nello stesso periodo della biennale Manifesta 12 (16 giugno 2018 – 4 novembre 2018)

–          Qualità del progetto in linea con gli standard di Manifesta

–          Interdisciplinarietà culturale del progetto, che comunque sia un progetto culturale

–          Chiarezza delle risorse finanziarie necessarie alla sua concreta realizzazione e la sua fattibilità.

Inoltre, per essere stato selezionato per il programma di eventi collaterali, il progetto non doveva necessariamente essere legato al tema principale della biennale.

“Si arricchisce ulteriormente il calendario di iniziative che Palermo ospita in questo intenso e straordinario 2018 – sottolineano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano – dando grande visibilità alle proposte della città, ma ospitando anche iniziative di prestigiosi artisti ed istituzioni internazionali. Visto l’ingente numero di proposte pervenute, con progetti di alto spessore, al fine di poter ottimizzare l’impegno di diversi operatori locali, nazionali ed internazionali e il loro sforzo per partecipare a quest’anno straordinario di Palermo nel segno della cultura, l’Amministrazione ha deciso di invitare tutti i progetti ritenuti validi, ma non inseriti tra le iniziative collaterali di Manifesta, nel calendario ufficiale di Capitale Italiana della Cultura 2018”.

Condividi